WP Menubar error: Folder /membri2/gastibelza/blog/wp-content/plugins/menubar/templates/inove not found!
Crea sito
Chi non ha memoria non ha futuro

August Macke

August Robert Ludwig Macke nasce a Meschede (Sauerland) il 3 gennaio 1887. da August Friedrich Hermann Macke, ingegnere, e da Maria Florentine Adolph. Appena dopo la nascita di August, la famiglia si trasferisce a Colonia. Nel 1897 August si iscrive al Kreuzgymnasium fino al trasferimento a Bonn nel 1900, dove continua gli studi al Realgymnasium. Nel 1903, lungo il quotidiano percorso per la scuola, incontra Elisabeth Gerhardt che diventerà sua moglie. Inizia ad interessarsi d’arte e viene profondamente colpito dalla pittura di Arnold Böcklin. Nel 1904 si iscrive all’Accademia dell’Arte di Düsseldorf, pochi mesi dopo muore il padre. L’anno seguente entra nel circolo teatrale di Louise Dumont dove disegna scenografie e costumi.

Inizia a viaggiare per l’Europa con la sorella Ottilie, con l’amico Bernhard Koehler e con la famiglia di Elisabeth: Italia, Francia, Svizzera, Olanda, Belgio e Inghilterra, dove visita i musei più importanti e alcuni circoli artistici.

Nel 1906 lascia l’accademia e inizia un’altra serie di viaggi che, dopo un soggiorno a Kandern nella Foresta Nera, lo porteranno a Parigi dove inizia a stringere importanti amicizie nel campo della pittura. Il percorso si interrompe nell’ottobre del 1908, quando inizia il servizio militare nel reggimento di fanteria di Bonn. Due mesi dopo sposa Elisabeth.

Si congeda dopo un anno di servizio e riprende i suoi spostamenti. A Monaco conosce Franz Marc che gli sarà amico negli anni seguenti.

1l 13 aprile 1910 nasce Walter, il primo figlio di August e di Elisabeth. L’attività si intensifica, sia nella produzione artistica, sia nello studio dell’arte. Ormai August è un critico autorevole e un profondo conoscitore della produzione artistica contemporanea.

Nel 1911 è tra i promotori del movimento Blaue-Reiter ed espone con successo in diverse città, fino a giungere l’anno dopo a Mosca. Può dirsi realizzato come uomo e come artista. Ha tra i suoi amici alcune tra le menti più brillanti d’Europa, come Paul Klee e Guillaume Apollinaire, può contare sull’affetto di chi lo circonda e le sue opere hanno un ampio mercato.

Nel 1913 organizza la prima mostra personale. l’8 febbraio nasce il secondo figlio Wolfgang.

Nell’aprile del 1914 parte per la Tunisia con Paul Klee e Louis Moilliet. Dipinge una serie di opere ispirate all’ambiente nordafricano.

Allo scoppiare della I guerra mondiale viene richiamato sotto le armi. Ai primi d’agosto è aggregato alla V Compagnia del 160° Reggimento di fanteria sul fronte franco-tedesco. Come in tutte le altre cose nella sua vita, anche qui precorre i tempi. L’11 settembre è nominato comandante della Compagnia, il 20 si guadagna la Croce di Ferro e il 26 viene colpito a morte presso Perthes-les-Hurlus, a soli 27 anni.

Comments are closed.